alta-pusteria-grande-guerraIn occasione del giubileo della Prima Guerra Mondiale l’Alta Pusteria sarà teatro di molte commemorazioni storiche. I comuni di Sesto, San Candido, Dobbiaco, Villabassa, Braies sono stati lo scenario di lunghe battaglie, ma molte testimonianze sono ormai andate distrutte dall’alternarsi delle stagioni e dall’incuria del tempo. Grazie alla nascita del Museo all’aperto della Grande Guerra è possibile rivivere quegli anni attraverso un percorso a tappe (della durata di circa 2 ore e adatto a tutti) tra trincee, fortini, postazioni di guardia, camminamenti e teleferiche costruite dai soldati con visite guidate.
Tra le Tre Cime di Lavaredo e il Lago di Misurina si trova un’altra area strategica della Prima Guerra Mondiale, il Monte Piana, dove persero la vita 14.000 soldati tra italiani e austriaci ed oggi museo storico a cielo aperto con gallerie, trincee e postazioni di bombarda accuratamente restaurate. Tra gli altri siti di interesse storico in Alta Pusteria da visitare anche il Cimitero di Guerra Sorgenti, creato nel 1915 nella Val di Landro, dove trovavano riposo i caduti.
Per ripercorrere la storia della Grande Guerra il Consorzio Turistico Alta Pusteria propone quattro settimane per parlare di montagna e di storia dell’alpinismo, dal 31 maggio al 14 giugno e dal 20 settembre al 4 ottobre. L’offerta permette di partecipare ad escursioni guidate su percorsi panoramici nel parco Naturale delle Tre Cime oppure sulle tracce della Prima Guerra Mondiale, con visite al museo all’aperto sulla Croda Rossa.
Sul Fronte dolomitico a fior di pelle, dal 21 al 28 giugno e dal 30 agosto al 6 settembre, si può usufruire di un pacchetto di 7 pernottamenti, 3 escursioni guidate sul Lagazuoi, sulle Tre Cime e sul Monte Piana con anche visite ai musei all’aperto. La soluzione ideale per gli amanti della montagna e gli appassionati della storia delle Dolomiti, che in compagnia di una guida esperta potranno scoprire trincee, piccole ferrate e gallerie nel fantastico panorama alpino naturale.
Tante le Summer Cards 2014 valide per tutte le età e anche per tutta la famiglia. La Tre Cime Card, ad esempio, permette l’uso gratuito per 7 giorni degli impianti sportivi e di risalita, dei musei e dei mezzi pubblici dell’Alto Adige; invece con la Mobilcard è possibile viaggiare in treno e autobus in tutto l’Alto Adige. Per gli appassionati di storia è nata la Museumobil Card, che permette la scoperta dei musei di tutto l’Alto Adige e l’utilizzo di tutti i mezzi pubblici. Per gli amanti delle due ruote c’è anche la Bikemobil Card che consente l’utilizzo integrato di tutti i mezzi pubblici dell’Alto Adige per 1, 3 o 7 giorni senza mai lasciare la propria bicicletta, con anche la possibilità di avere una bicicletta a noleggio in un giorno a scelta.

Please follow and like us:
About Author

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 + 5 =