Sci, ciaspole, motoslitta, sci di fondo. C’è solo l’imbarazzo della scelta per chi ama i grandi spazi come  Montana, North Dakota, South Dakota e Wyoming. Le 15 località sciistiche del Montana nonché Jackson Hole – la palma nel Wyoming – sono la scelta giusta per chi vuole tuffarsi sulle piste da sci di qualsivoglia difficoltà, con impianti e funivie mai affollati: miglia di percorsi da provare anche a bordo di una slitta con cani o a cavallo di una motoslitta.  Nella vallata di Jackson i tre principali resort alpini Grand Targhee, Snow King Resort e Jackson Hole Ski Resort, offrono il meglio: si parte con gli sci dall’albergo e si rientra per un bagno caldo termale a 40° all’aria aperta. Chi ama scalare le pareti ghiacciate può andare a sud di Bozeman, Montana lo Hylite Canyon: ad attendere gli arrampicatori pareti di cristallo di cascate ghiacciate. Nel Wyoming il luogo ideale è certamente Cody, un richiamo per tutti nella South Fork Valley in piena Shoshone National Forest.
Per amanti di esplorazioni nella natura innevata il Glacier National Park nel nord del Montana offre, invece, magiche distese bianche silenziose per alcune ore di sci di fondo o ciaspole, guidate da un esperto ranger con la possibilità di avvistare cervi, castori e scoiattoli sono attivi anche d’inverno.
Yellowstone National Park dispone della più grande collezione di fenomeni geotermali esistenti al mondo. Ma l’unico modo per immergersi é nella area delle terrazze geotermiche Mammoth Hot Springs, precisamente nel Boiling River, a pochi passi dalla North Entrance.
Si segue un sentiero attraverso il confine col Wyoming, fino al punto dove una fonte termale calda di oltre 50°C tocca le fredde acque del Gardner River. L’acqua calda é naturale e spesso il posto è condiviso solo dalla fauna selvatica: lupi, cervi o bisonti.
Il North Dakota vanta multipli percorsi di cross-country studiati per sfidare il neofita e l’esperto. Agli entusiasti di ciaspole non é consentito percorrere i sentieri battuti dello sci-di-fondo, bensì tracciare i propri percorsi nelle neve vergine. I Parchi Statali di Cross Ranch, Turtle River e Lake Metigoshe così come lo Knife River Indian Villages National Historic Site, offrono eccellenti opportunità.
Ogni sabato di febbraio, i ranger della North Unit ospitano trekking per sci-di-fondo e ciaspole. Infine le Black Hills in South Dakota sono la meta principale per fare snowshoeing. Migliaia di ettari attendono di essere esplorati, con almeno 96 chilometri di percorso adatti a sci-di-fondo e ciaspole. Un’altra ottima soluzione è lo Spearfish Canyon nelle Black Hills, dove allo Spearfish Canyon Lodge esiste uno Sport Center invernale molto equipaggiato dove poter noleggiare tutto l’equipaggiamento necessario.

Please follow and like us:
About Author

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 + dodici =