bulgaria-maurizio-leviLa Bulgaria è la cerniera tra Oriente e Occidente, Europa e Asia Minore, Danubio e Mar Nero. La sua ubicazione di porta orientale della penisola balcanica la rende ricca di testimonianze storiche e culturali, con ben nove siti riconosciuti dall’Unesco come patrimonio dell’umanità. La sua lunga storia è iniziata con i Traci e proseguita poi con Persiani e Greci, Macedoni e Romani, popoli slavi e turcomanni. Nonostante le numerose dominazioni il popolo è però riuscito a mantenere la sua integrità etnica. Ancora oggi girando per le campagne è possibile vedere contadini al lavoro con asini, cavalli e carretti, mentre di sera rientrano nelle loro case dotate di ogni confort e servizio.
Un possibile itinerario alla scoperta della Bulgaria non può che partire da Sofia, nel centro-ovest sulla strada tra Belgrado e Costantinopoli, ricca di preziose testimonianze religiose ottomane ed ortodosse come il ciclo di affreschi duecentesco della chiesa di Bojana, patrimonio Unesco. Da non perdere i mehanas, ristoranti tradizionali stile taverna ed i chioschi che vendono i banitsi, deliziosi pasticcini con formaggio.  Si può poi proseguire per Garmen, visitare il monastero di Rila, maggior complesso ortodosso del Mille famoso per i suoi splendidi affreschi, la grotta del Diavolo con un fiume sotterraneo, cascate e sifoni, ed il complesso megalitico preistorico di Perperikon, la fortezza storica del Mille di Assenova espugnata da Federico Barbarossa. Merita una visita anche Plovdiv, seconda città bulgara e museo all’aperto per le numerose moschee, chiese e imponenti resti romani. Attraverso la Valle delle Rose, dove si producono essenze aromatiche, si può poi raggiungere Kazanlak, con la sua monumentale tomba tracia affrescata (sito Unesco), e Stara Zagora antico insediamento minerario tracio e poi piazzaforte romana sulla via commerciale tra l’Europa centrale e l’Asia Minore. Si arriva così al Mar Nero, visitando i tumuli preistorici di Pomorie, l’affascinante località balneare di Nesebar, sito Unesco su una penisola, e Varna, nota stazione balneare detta “la perla del Mar Nero” che offre preziosi reperti archeologici preistorici, ellenistici e romani. A Madara, invece, si trova il famoso bassorilievo rupestre raffigurante un cavaliere dell’ VIII sec., mentre Svashtari ospita una monumentale tomba tracia. Dopo Ruse (maggior porto fluviale sul Danubio, con la sua caratteristica architettura rococò), e le chiese rupestri di Ivanovo (splendidi affreschi medievali e sito Unesco), si raggiunge il parco culturale di Etar, museo etnografico che ricrea la vita di tutti i giorni di un abitato durante il Rinascimento ottocentesco.

L’operatore “I Viaggi di Maurizio Levi” propone un tour di 11 giorni dedicato alle principali eminenze storiche e artistiche. Partenze mensili di gruppo con voli di linea da Milano da giugno a settembre 2014, pernottamenti in hotel con pensione completa ed accompagnatore dall’Italia.

Please follow and like us:
About Author

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + quattordici =