Italo EVO

Evo, il pendolino di Italo

Italo e Alstom svelano il primo dei 12 nuovi Pendolino “Italo EVO”, rosso rubino. I primi 4 treni entreranno in servizio a dicembre 2017. I nuovi treni consentiranno a NTV di implementare i servizi quotidiani e di aumentare le frequenze sulle tratte attuali del proprio network: sulla Roma – Milano infatti i collegamenti passeranno da 40 a 50, con aumento dei no stop che passeranno da 15 a 20,  un treno ogni mezz’ora, mentre raddoppieranno addirittura i servizi quotidiani da/per Venezia, salendo dagli attuali 8  a 16. Con l’arrivo degli altri 8 treni nel 2018,verranno aggiunte nuove tratte, come la Torino Venezia e ulteriori frequenze.
Italo Evo è il treno più moderno d’Europa  e può viaggiare alla velocità di 250 km/h, lungo 187 metri, composto da 7 carrozze e ospiterà 480 passeggeri nei tre ambienti Club, Prima e Smart. Predominante, sarà il colore rosso rubino, come per la livrea esterna. Per la Club Executive stesso allestimento ma cambiano i colori delle sedute, rosso rubino con finiture blu, e sempre più confort e esclusività per i passeggeri, coccolati da sedute che avvolgono come una culla.  Grande novità di questo ambiente il bancone self service, ispirato al modello aeronautico. A disposizione in ogni momento del viaggio un coffee break con una vasta selezione di cialde di caffè e mini snack per accompagnare. Continuità per l’ambiente di Prima: come per gli AGV le sedute di Pulterirrima degli Italo EVO avranno poltrone in pelle, blu con particolari rossi sui poggiatesta. Le sedute di Smart invece, sempre in pelle, sono grigie con particolari rossi sui poggiatesta. Per ogni seduta una porta USB, per garantire ai viaggiatori la possibilità di connettere i propri device al portale di bordo e caricarli durante il tragitto.
L’esterno del nuovo Italo EVO è contraddistinto, come per gli interni, dal colore rosso rubino con il classico leprotto dorato sulla fiancata. Il muso è avveniristico, concepito per garantire, oltre ad un bellissimo effetto scenico, un’elevata protezione al conducente in caso di impatto e migliori prestazioni aerodinamiche.

Condividi...Email this to someone

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *