parigi

Parigi vista dall’alto

Parigi vista dall’alto lascia davvero senza fiato. Sono tanti i punti panoramici che offrono scorci da cui scattare foto memorabili. Dai tetti di Ville Lumiére si può ammirare uno skyline da cartolina. Il primo piano della Tour Eiffel, con il suo pavimento trasparente e le sue balaustre di vetro, è il preludio perfetto per un’esperienza davvero al top: camminare sul pavimento di vetro, a 57 metri dal suolo, farà battere il cuore. Da qui è possibile prendere l’ascensore che accompagna sempre più in alto, mentre i più avventurosi possono scegliere di proseguire a piedi – per un totale, fino alla cima, di 704 scalini e godere lentamente della città che si dipana sotto di loro.
Il secondo piano, con la sua vista circolare sulla città da 115 metri di altezza, è il punto ideale dove scattare foto che resteranno per sempre nell’album dei ricordi più belli. Ma non è finita: scale e ascensori di vetro salgono ancora per offrire una vista panoramica da togliere il fiato, fino ad arrivare in cima alla torre. Da 276 metri di altezza Parigi abbaglia in tutto il suo splendore, a qualsiasi ora del giorno e della notte.
E per fotografare la Tour Eiffel c’è Tour Montparnasse: si dice che dal suo osservatorio si possa ammirare il più bel panorama di tutta Parigi. Con i suoi 200 metri di altezza, questo punto panoramico offre una vista a 360 gradi sulla città che si spinge, nei giorni particolarmente tersi, fino a quaranta chilometri di distanza. Situata in pieno centro, Tour Montparnasse permette di ammirare tutti i luoghi d’interesse più famosi della città: Arc de Triomphe, Museo del Louvre, Tour Eiffel, tetti, strade, giardini. I livelli da visitare sono due: il cinquantaseiesimo piano coperto – che si raggiunge in appena trentotto secondi a bordo dell’ascensore più rapido d’Europa, e la terrazza panoramica all’aperto, che presenta aree predisposte appositamente per scattare le più belle foto della città.
La cattedrale gotica di Notre Dame, da ammirare per la sua architettura e il suo valore artistico e spirituale, grazie alla sua terrazza rappresenta anche un eccellente punto panoramico da cui godere di uno dei più affascinanti panorami a 360 gradi sulla città.
Per scattare fotografie memorabili, è consigliata anche la visuale offerta dall’Arc de Triomphe: da qui si possono ammirare, in un affascinante gioco di simmetrie, i dodici viali che partono da Place de l’Étoile e tutto l’asse storico della città. La piattaforma panoramica è raggiungibile in ascensore o salendo i 284 scalini.
Anche la terrazza del Centre Pompidou, con i suoi trentasei metri di altezza, non è da sottovalutare: ogni prima domenica del mese, inoltre, l’ingresso è gratuito. L’ultimo piano del centro ospita un ristorante e un bar in cui fermarsi a contemplare Parigi in una pausa di gusto.
Un’altra occasione per riempirsi gli occhi è data dai grandi magazzini, vere e proprie icone glamour della città: la terrazza al nono piano dei magasin Printemps Haussmann e la Terrasse at Galeries Lafayette Haussmann, al settimo piano della cupola, sono il luogo perfetto dove rilassarsi dopo aver concluso un’impegnativa sessione di shopping.
Non sempre è necessario salire in cima a monumenti e terrazze per poter ammirare dall’alto scorci incredibili di Parigi: a volte, basta anche una passeggiata lungo i suoi quartieri più alti perché si apra davanti agli occhi dei visitatori uno spettacolo da cartolina. Il più famoso di questi punti panoramici è senza dubbio la collina di Montmartre, una delle zone più alte della città: salite le monumentali scalinate che portano verso la Basilica del Sacro Cuore si giunge sulla terrazza che offre uno degli skyline più famosi.
Sulle alture del XX arrondissement, invece, sorge il Parc de Belleville: quattro ettari e mezzo lungo i quali fare passeggiate ristoratrici tra oltre mille tipi di alberi, arbusti, piante, roseti e viti per poi rilassarsi di fronte a una incredibile vista panoramica.
Per un’altra visuale ci si può anche allontanare un po’ dalla città. Il comune di Saint-Cloud, che si trova nel nel dipartimento degli Hauts-de-Seine, ospita quello che è considerato uno dei giardini più belli d’Europa: il Parc de Saint-Cloud, la cui terrazza si erge a circa cento metri di altezza sull’orizzonte di Parigi, offrendo una veduta che si estende dai grattacieli di La Défense alla collina di Montmartre, passando per la Tour Eiffel e Tour Montparnasse.
L’ora del tramonto parigino, con i suoi colori infuocati che si stagliano sui tetti e sulle facciate dei palazzi, e quelle della notte, con mille luci che si accendono ad animare le strade ed esaltare i monumenti, possono essere goduti appieno dai rooftop più alla moda della capitale. Ecco qualche nome da mettere in agenda per un aperitivo o una cena con vista: Perchoir, locale di quattrocento metri quadrati situato in cima a un palazzo del quartiere Ménilmontant, nel XX arrondissement, Zyriab by Noura al nono piano dell’Institut du Monde Arabe (dove gustare specialità della cucina libanese con una vista superba sulla città), Le Quarante Trois (presso l’Holiday Inn Paris Notre-Dame) dalla cui terrazza d’estate sembra quasi di poter camminare sui tetti. La terrazza del bar del famoso cinema Louxor, invece, offre un bel panorama con la basilica del Sacro Cuore sullo sfondo. Il ristorante-bar Terrass, al settimo piano di un palazzo situato ai piedi di Montmartre, offre una vista panoramica a 180 gradi sulla città ed è uno dei luoghi perfetta per una pausa tres chic con tramonto su Parigi.

Tutte le informazioni per raggiungere la Ville Lumière con le migliori tariffe in aereo, in treno e con pacchetti organizzati su http://it.france.fr/it/feelparisregion

Condividi...Email this to someone

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *