Lana

Il fascino della vita alpina in Alto Adige

A Lana e dintorni, in Alto Adige, la vegetazione è rigogliosa e il clima particolarmente favorevole grazie alla barriera naturale delle cime più alte del Tessa che impediscono al freddo del nord di penetrare. Inoltre, i paesi di questa zona si estendono da 267 a 1837 metri di altitudine, pertanto la flora e la fauna spaziano da biotopi paludosi a fondovalle in cui trovano rifugio fino a 200 specie di uccelli, fino all’ambiente alpino vicino al limite boschivo. Betulle nordiche, rododendri e pini mughi convivono naturalmente con palme, magnolie, orchidee, castagni, ulivi e frutta esotica.
Situata nel cuore della Valle dell’Adige, Lana unisce il fascino dell’ambiente rurale alle comodità di un piccolo centro urbano, con un’elevata qualità della vita, ideale per le famiglie. Grazie alla sua posizione privilegiata, il paese è il punto di partenza ideale per innumerevoli escursioni e tour in bicicletta alla scoperta dell’Alto Adige. Le possibilità sono davvero molte: dall’itinerario scultoreo, che espone 33 opere d’arte di altrettanti artisti contemporanei, o la passeggiata della gola di Lana lungo il torrente montano Valsura, ai facili sentieri tematici e lungo le antiche rogge (i Waalwege Brandis e di Marlengo) che si snodano a mezza costa.
Lana, che è anche il paese più grande d’Europa per estensione di meleti, offre un’elevata qualità della vita e un’ampia scelta di attività per il tempo libero. In ambito architettonico-culturale, inoltre, Lana occupa un ruolo di rilievo con numerose testimonianze del passato: 40 chiese, cappelle e conventi con affreschi, sculture, altari, castelli e residenze signorili del periodo medievale. Questi punti di interesse culturale sono facilmente raggiungibili e collegati tra loro tramite i sentieri delle antiche rogge, i Waalwege.
Fanno corona a Lana i paesi di Foiana, Gargazzone, Postal, Cermes e il Monte San Vigilio; ognuno di essi spicca per peculiarità ed attrattive.
– Cermes è nota per ospitare i 7 Giardini della tenuta Kränzelhof, un grande parco di 20.000 metri quadrati con un labirinto fatto di viti al centro e paesaggi acquatici, attrazioni artistiche ed esempi di architettura del paesaggio. Castel Monteleone si innalza subito sopra Cermes, nello splendore della sua cappella a tre piani, della sala delle armi e della sala degli specchi in stile rococò.
– Foiana oltre ad essere considerato luogo di cura per la sua aria particolarmente salubre, ospita anche un museo contadino in un piccolo edificio storico, che in passato è stato adibito a lavanderia e forno della canonica. Il museo offre ai visitatori un’autentica rappresentazione della vita contadina dell’epoca preindustriale, quando i contadini costruivano da soli tutto ciò di cui avevano bisogno.
– Monte San Vigilio è una meta amata per attività del tempo libero e per le gite in famiglia o in coppia, sia d’estate che d’inverno.
Immerso nella natura e non accessibile alle auto, il paese è raggiungibile attraverso la storica funivia – la seconda più antica d’Europa, rimodernata di recente –  in circa 8 minuti da Lana. Da paradisiaca area escursionistica d’estate, Monte San Vigilio si trasforma in inverno in un’area sciistica ideale per i più piccoli o per chi è alle prime armi con gli sci. Tra boschi di larici imbiancati si snoda anche un’emozionante pista da slittino, mentre è possibile praticare curling e pattinaggio sulla superficie ghiacciata del Lago Nero.
– Postal e Gargazzone sono le due località sulla sponda opposta del fiume Adige, rinomate per le proposte gastronomiche. La funivia di Postal inoltre, trovandosi ai piedi del Monte Monzoccolo, consente di salire fino a Verano per raggiungere, dopo una camminata, il cui ultimo tratto si presenta piuttosto faticoso, il belvedere “Knottnkino” che si propone come un grande cinema all’aperto in cui ammirare lo spettacolo delle montagne del Parco Naturale del Gruppo di Tessa, delle Dolomiti, del Monte Penegal e dei paesi della Val d’Adige.
Gargazzone vanta il più grande parco giochi per bambini dell’Alto Adige, con una superficie di 5000 metri quadrati e un vasto assortimento di giochi e divertimenti.

Lana e i suoi dintorni offrono tutto l’anno le condizioni ideali per quanti desiderano una vacanza all’insegna del relax e dell’attività fisica. L’ampia varietà di paesaggi permette di praticare l’escursionismo così come l’arrampicata. Inoltre, gli su ospiti possono contare un’ampia rete di piste ciclabili e di percorsi adatti alle bici da corsa e alle mountain bike. Gli antichi Waalwege, i sentieri che fiancheggiano i canali di irrigazione, e l’Alta Via di Merano, uno degli itinerari più affascinanti delle Alpi che in quasi cento chilometri compie il periplo del Parco Naturale del Gruppo di Tessa, sono percorsi ben organizzati, in grado di soddisfare sia i principianti che gli escursionisti più ambiziosi.
Dopo aver speso tante energie all’aria aperta, viene il momento di soddisfare il palato. A Lana e dintorni l’offerta è molto varia e spazia dalle cantine ai ristoranti gourmet, con piatti che allo stesso modo rappresentano il connubio tra la cucina locale e quella mediterranea: speck e pizza, canederli e spaghetti, Schlutzkrapfen e Tirtlan insieme a filetti di persico o ravioli al radicchio. Stagionalità, utilizzo di prodotti regionali e sostenibilità sono i tre pilastri su cui poggia la cucina altoatesina, oltre ai vini d’eccellenza delle numerose cantine e aziende vinicole dell’Alto Adige, alcune delle quali di fama mondiale.

Condividi...Email this to someone

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *