Isole Vergini Britanniche

Diving alle Isole Vergini Britanniche

Le acque cristalline delle Isole Vergini Britanniche tornano a regalare eventi mozzafiato ad appassionati di nautica e diving, grazie alla riapertura graduale delle compagnie di navigazione. Dopo il temporaneo stop causato dal passaggio degli uragani Irma e Maria, le seguenti compagnie di navigazione stanno infatti riprendendo l’attività per la stagione invernale 2017/2018:

La ripresa delle attività nautiche sarà celebrata dal BVI Charter Yacht Society Boat Show, che si terrà a Nanny Cay Marina dal 7 al 10 novembre 2017. Durante questa edizione saranno presenti 30/35 yacht di lusso già pronti a tornare in attività. L’Ente del Turismo delle BVI ha anche annunciato che la BVI Spring Regatta si terrà come previsto in primavera, dal 26 Marzo al 1 Aprile 2018. Nei prossimi mesi non sarà solo il mondo della nautica a festeggiare il ritorno alla normalità. Anche i divers di tutto il mondo potranno nuovamente usufruire del supporto di centri specializzati come Dive BVI, che opererà inizialmente dalla sua sede situata presso lo Yacht Harbour di Virgin Gorda, Sunchaser Scuba (Bitter End) e Sail Caribbean Divers. Altri operatori del settore stanno lavorando alacremente per riaprire nel 2018. Gli appassionati di immersioni potranno così tornare a godere della variegata fauna marina delle BVI attraverso siti di unica bellezza, come il relitto del RMS Rhone, che celebra quest’anno il suo 150° anniversario, e la nuova installazione artistica sottomarina BVI Art Reef. Dead Chest, Peter Island, Norman Island e The Indians sono siti diving perfetti per osservare gli incredibili segreti che si celano sotto la superficie delle acque delle BVI.
Anche sulle isole minori, come Jost Van Dyke e Anegada, i ristoranti e i bar stanno lavorando senza sosta per poter riaprire quest’inverno, tra cui il Foxy’s che si prepara ad ospitare la sua celebre Old Year’s Night, il party di fine anno più popolare dei Caraibi. I voli per le BVI sono operativi ed è possibile raggiungere il territorio tramite i consueti collegamenti via San Juan, St. Thomas, Antigua e St. Maarten. All’arrivo, i visitatori potranno regolarmente usufruire di servizi quali noleggio auto e taxi, anche se è attualmente disponibile un numero ridotto di veicoli.

Condividi...Email this to someone

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *