musher bormio

Bormio, non solo sci

Non solo sci a Bormio. Il paradiso bianco dell’Alta Valtellina offre un ventaglio di ulteriori attività en plein air nello scenario imbiancato del Parco Nazionale dello Stelvio: vere e proprie full immersion nella natura, dove il silenzio è rotto unicamente dallo scricchiolio della neve fresca sotto le ciaspole o gli scarponi lungo fantastici tracciati di escursionismo invernale, con la possibilità di essere accompagnati da guide alpine.
Per gli appassionati dello sci di fondo, a Santa Caterina Valfurva, in un paesaggio da fiaba, c’è la “pista Valtellina”, teatro di competizioni internazionali e numerosi appuntamenti di Coppa del Mondo con tracciati agonistici (di 5 e 10 km), affiancati da diversi percorsi turistici (di 2, 3 e 5 km), tutti realizzati con la supervisione di Benito Moriconi, allenatore della squadra nazionale italiana di fondo e della campionessa olimpica Manuela Di Centa. Imperdibile anche la “pista Viola” a Valdidentro-Isolaccia, magnifico cross country di 25 km lungo l’omonimo fiume, mentre a Bormio si scivola sulla pista Alute, lunga 5 chilometri e adatta anche ai principianti o a chi vuole fare un allenamento leggero.
Esperienze outdoor altrettanto affascinanti, accompagnate dai migliori amici dell’uomo, sono garantite dal Centro Italiano Sleddog Husky Village (in località Arnoga di Valdidentro) che offre la possibilità di provare, insieme a un istruttore, l’emozione unica di essere musher (età minima per condurre la slitta, soli 13 anni) guidando la slitta trainata da una muta di Alaskan Husky in fantastiche randonnées tra i boschi. Chi volesse invece avvicinarsi all’equitazione in versione invernale, addentrandosi in magnifiche passeggiate per ogni capacità, dai principianti ai più esperti, nelle selve innevate del Parco Nazionale dello Stelvio, potrà contare sull’attrezzato centro ippico di Bormio Wild Horse.
Se infine si ha voglia di pedalare anche nella stagione fredda, non resta che provare l’emozione di un’escursione in fat bike (disponibili anche con pedalata assistita), mountain bike dotate di gomme con sezione maggiorata che permettono un‘aderenza ideale, quasi galleggiando su una superficie morbida come la neve, in luoghi irraggiungibili con le normali mtb. Senza contare la possibilità del classico pattinaggio su ghiaccio al coperto, al Palazzo del ghiaccio di Bormio, o all’aperto sulle piste naturali di Santa Caterina Valfurva e Isolaccia, in Valdidentro. Bormio, infine, è una delle poche località alpine italiane ad avere una pista da curling coperta: oltre a fornire le nozioni base e l’attrezzatura necessaria, il Gruppo Curling di Bormio aiuta anche i principianti che vogliono cimentarsi in questo sport.

Condividi...Email this to someone

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *