Biblioteca Capitolare

Verona svela un tesoro nascosto

L’Arena, il balcone di Giulietta, Piazza delle Erbe e Castelvecchio sono tra le attrazioni più famose di Verona. La città però ha da poco svelato un nuovo gioiello artistico: la Biblioteca Capitolare, la biblioteca funzionante più antica al mondo, nata intorno all’anno 380 d.C. in concomitanza con la diffusione del cristianesimo a Verona, dove studiarono il figlio di Carlo Magno, Pipino, Dante Alighieri e Francesco Petrarca. La Biblioteca Capitolare di Verona possiede un tesoro di oltre 1200 manoscritti, 245 incunaboli, 2500 cinquecentine, 2800 seicentine e altri 70mila volumi ed è sopravvissuta al terremoto, alla peste, alle ruberie di Napoleone, all’alluvione del 1882 e alle bombe del 1945.
È in funzione all’interno della Biblioteca un laboratorio per il restauro degli antichi codici. Negli ultimi anni, con la guida di Don Bruno Fasani, l’attività della Biblioteca si è indirizzata a un’opera di collaborazione con gli altri istituti culturali della città e del mondo. Inoltre ha iniziato una politica di diffusione della conoscenza dell’inestimabile patrimonio racchiuso fra le sue mura.
La Biblioteca Capitolare si trova a Verona, in Piazza Duomo numero 19. Aperta dal lunedì al giovedì dalle 8.00 alle 17.00, venerdì dalle ore 8.00 alle 12.00. Vengono organizzati periodicamente visite guidate, mostre ed eventi.

Condividi...Email this to someone

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *