liguria-bandiera-lilla

Liguria: bandiera lilla per le spiagge accessibili

La  Liguria è la prima regione italiana a premiare con le “Bandiere Lilla” i comuni più sensibili nei confronti dei disabili. Per vedere sventolare i vessilli Lilla basterà andare alla Spezia e  Castelnuovo Magra, a Celle ligure, Loano, Finale Ligure, Noli, Pietra Ligure nel Savonese, a Imperia e Diano Marina, a Santa Margherita Ligure in Provincia di Genova. Il progetto ha tenuto conto  dei comuni dotati di strutture alberghiere di almeno cinquanta posti letto. Quelli in possesso del requisito richiesto sono stati 89 : 21 nella Provincia di Imperia, 27 in quella di Savona, 21 in provincia di Genova e 20 nello Spezzino. Le informazioni hanno riguardato  l’accessibilità alle strutture  e ai siti dei vari enti, agli alberghi, ai residence, ai campeggi, i giudizi hanno tenuto conto dell’accoglienza per le diverse disabilità, compresi i diabetici e i celiaci.

Condividi...Email this to someone

Articoli Correlati

Una replica a “Liguria: bandiera lilla per le spiagge accessibili”

  1. Lorella scrive:

    Turismo in Liguria, una “Bandiera Lilla” ai comuni più attenti ai disabili: ma la normativa nazionale sui piani P.E.B.A. non la conoscevate cari assessori?

    E’ la prima regione italiana a lanciare l’iniziativa (pare). Sono dieci i centri individuati affermano gli assessorati alle Politiche Sociali e al Turismo, Lorena Rambaudi e Angelo Berlangieri, che premieranno con delle BANDIERE LILLA I COMUNI PIU’ SENSIBILI NEI CONFRONTI DEI DISABILI.

    MA…?!! SCUSATE? LA SENSIBILITA’ E’ UN CONTO, L’APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA E’ UN ALTRO, NOI DISABILI CHE CE NE FACCIAMO DELLA SENSIBILITA’ DI UN COMUNE SE POI NON MI FA UNO SCIVOLO O NON ABBATTE LE BARRIERE ARCHITETTONICHE DEL SUO TERRITORIO??? SONO BASITA!

    “Nell’ormai lontano 1986 l’Italia si impegnava a introdurre i PEBA, i Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche: la legge 41/86 (art. 32) prevedeva che entro un anno avrebbero dovuto essere adottati dai Comuni e dalle Province, pena un “commissariamento” da parte delle Regioni. Anche la successiva legge 104/92 (art. 24 comma 9) era entrata nel merito, ribadendone le indicazioni. disabili.com

    Lorella Ronconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *