I musei di Israele diventano virtuali per chi resta a casa

In attesa di tornare ad ospitare nelle loro gallerie visitatori da tutto il mondo, i principali musei di Israele hanno lanciato una serie di iniziative online dedicate agli amanti dell’arte e della storia per fruire, anche da casa, delle meraviglie custodite al loro interno.
“I nostri musei mettono a disposizione del pubblico, anche in questo momento di temporanea chiusura, il loro incredibile patrimonio artistico, storico e culturale. Invito tutti gli italiani ad approfittare di questa opportunità che consentirà loro di iniziare a viaggiare con la mente e con il cuore verso Israele, in attesa di poter tornare anche fisicamente nel nostro Paese”, afferma Avital Kotzer Adari, direttrice dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo.

Tel Aviv Museum of Art
Fondato nel 1932, il Tel Aviv Museum of Art è il più antico museo d’arte di Israele: una vera e propria istituzione per quel che riguarda l’arte moderna e contemporanea, sia israeliana che internazionale. Sul sito ufficiale del museo e sulle sue pagine social sono disponibili non solo mostre ed eventi in streaming, ma anche veri e propri tour virtuali guidati. Il sito offre anche diverse attività artistiche e ricreative dedicate ai bambini.

Beit Hatfusot: il museo del popolo ebraico
Situato nel campus dell’Università di Tel Aviv, il museo di Beit Hatfusot racconta la storia del popolo ebraico e gli elementi fondanti della sua cultura,00000000 oltre che il suo contributo al progresso dell’umanità. Il museo è stato inaugurato nel 1978 per volere di Nahum Goldmann, presidente del World Jewish Congress dal 1954 al 1977.

In questo periodo il museo di Beit Hatfusot offre una grande varietà di tour virtuali, anche in diretta attraverso l’applicazione Zoom, adatti a tutte le età e particolarmente consigliati a studenti e associazioni giovanili. Sul sito web sono anche disponibili delle conferenze gratuite, divertenti attività per tutta la famiglia e molto altro ancora.

The Nahum Gutman Museum of Art
Situato a Tel Aviv nel quartiere di Neve Tzedek, questo museo raccoglie le opere di uno dei più importanti pittori israeliani, Nahum Gutman (1898-1980), artista di origine moldava, distintosi anche nel campo della scultura e della scrittura. Il Nahum Gutman Museum of Art è stato inaugurato nel 1988 e tutte le opere esposte sono state donate dalla famiglia, desiderosa di far conoscere al mondo il grande talento di Gutman.
In questi giorni il museo mette in mostra le sue opere attraverso numerosi contenuti e attività online, disponibili sia sul sito web che sulle pagine social. Queste attività includono tour virtuali, workshop creativi, giochi e altro ancora.

Il Museo d’Israele di Gerusalemme
Aperto nel 1965, il Museo di Israele è presto divenuto una delle istituzioni culturali e archeologiche più importanti al mondo.
Al suo interno si trova una delle collezioni archeologiche più complete di tutta la Terra Santa, con numerosi oggetti riferibili all’arte e alla quotidianità della civiltà ebraica. Il sito web del museo offre tour virtuali delle sue esibizioni permanenti attraverso la piattaforma di Google Art, video, filmati speciali e laboratori creativi per i più piccoli.

Il Museo della Torre di Davide
Il museo della Torre di David, situato nell’omonima cittadella medievale (la Torre di David), poco distante dalla Porta di Giaffa, racconta la storia di Gerusalemme. Il Museo è aperto al pubblico dal 1989 e al suo interno si trovano tutte le pietre miliari della storia della città: dalle prime tracce dell’esistenza della città stessa, risalenti al secondo millennio a.C., fino alla sua elevazione a capitale di Israele.
Il sito web del museo è tra i più completi: offre numerose attività virtuali tra cui tour, video, foto, conferenze ed esperienze di realtà virtuale sia della Città Santa che dei sotterranei della Torre di David e della fortezza crociata di Re Baldovino. Il museo aggiorna costantemente il suo sito, aggiungendo ogni giorno nuove attività e opportunità per i suoi visitatori virtuali.

 

Condividi...Email this to someone

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *