empress-of-the-seas-royal

A tutta Cuba per Royal Caribbean

A partire dal prossimo novembre Royal Caribbean offrirà pù crociere, più escursioni, ma soprattutto più scali nella programmazione su Cuba. Accanto all’Avana, anche in overnight, entrano Santiago, la città ribelle capitale dell’Est, e Cienfuegos, la Perla del Sud, novità assoluta tra le grandi compagnie di crociere. Crociere per tutti i gusti e tutte le tasche: da 3 fino a 8 notti a bordo di due navi – Empress of the Seas e Majesty of the Seas – che fin dal programma di bordo offriranno agli ospiti un assaggio di Cuba con musica, cibo, lezioni di ballo, lingua e cultura cubana. I porti di imbarco saranno Miami e Fort Lauderdale per crociere che scaleranno, in varie combinazioni, anche Florida Keys, Bahamas, Messico.
Numerose le crociere che prevedono il pernottamento a L’Avana, per consentire ai crocieristi di scoprire e apprezzare con maggiore calma la più grande capitale dei Caraibi – e la sua leggendaria vita notturna – che oggi si sta rinnovando pur conservando il suo fascino unico al mondo. Così come unica è Santiago de Cuba, la capitale dell’Est, la “città ribelle” ai piedi della Sierra Maestra, culla della rivoluzione e anima più autenticamente caraibica di tutta la Isla. Dolcissima, accogliente e solare è, infine, Cienfuegos, la “Perla del Sur”, in stile coloniale francese, affacciata sulla Bahia de Jagua, celebre per il suo ricco ecosistema e le spiagge da sogno, nonché porto d’accesso per la città gioiello di Trinidad.
In tutti gli scali Royal Caribbean propone escursioni selezionate, ognuna delle quali offrirà un’autentica esperienza cubana, addentrandosi nelle tradizioni della popolazione, nella musica, nell’arte, nella storia e nella cultura dell’Isola.
Davvero ampia la gamma di prodotto tra short break e crociere settimanali: 3, 4, 5, 6, 7 e 8 notti. Come sempre voli di linea per i trasferimenti da diversi aeroporti italiani e possibilità di soggiorni pre e post-cruise con hotel e servizi a terra garantiti da Royal Caribbean.

Condividi...Email this to someone

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *